sabato 25 febbraio 2017

Yoga della Risata

Per ridurre lo stress
RESPIRA
PRENDITI UNA PAUSA
SOGNA
GIOCA
RIDI


Photo Credits Pergo
Ci sono tornata!
L'ho rifatto e questa volta ho coinvolto una mia amica.
Sì, sono tornata a Yoga della Risata da Pergo perché le cose che ti fanno star bene vanno fatte ogni volta che te la senti di farle.
Ci tenevo a raccontarvi la mia seconda volta perché diversa. Diversi sono i sentimenti in gioco e diverse le emozioni e i risultati.
Se l'altra volta ridere mi aveva smosso il valore della famiglia, questa volta è stato il valore dell'amicizia ad uscire nei ricordi e nelle riflessioni. Entrambi valori a cui tengo.
Se l'altra volta mi è rimasta l'adrenalina da risata per due giorni, questa volta mi è rimasta una pace interiore indescrivibile.
Secondo me molto fa lo stato in cui sei al momento della lezione. La prima volta era tutta una scoperta e la motivazione alla partecipazione era la curiosità. Per questo poi mi è rimasta l'adrenalina.
Questa volta invece sono andata carica di stress da lavoro e ciò che cercavo era una bella pausa, talmente bella che dentro di me è rimasta per due giorni.
La mia amica? E' arrivata scettica. Lei ride sempre e non capiva il significato della lezione. E' uscita con una semi crisi esistenziale: in 4 ore ha capito che sì ride tanto, ma solo con chi vuole e quando c'è da ridere. Ma non ride alla vita, ha capito che il suo cammino di pace interiore non è terminato, anzi...è iniziato da Yoga della Risata.
Alla prossima, non so quando, ma ci sarà!

Photo Credits Pergo



"Se tu ridi, tu cambi.
Se tu cambi, anche il mondo intorno a te cambia"
Madan Kataria

Il gruppo della lezione di Yoga della Risata (photo credit Chiara Pensotti)
Inizia tutto con un invito.
"Ho una proposta" mi scrive Chiara Pensotti.
"Dimmi" rispondo io.
"Yoga della Risata".
E da lì torno indietro nella memoria, a quando Chiara mi aveva invitata a mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Pergo.uno ed io, mettendolo, scopro cosa fa la società ed i corsi che organizza (tra cui proprio questo di Yoga della Risata).
Accetto molto volentieri l'invito, per curiosità mia, considerato il fatto che non ne avevo mai sentito parlare.
L'appuntamento è proprio nella sede di Pergo.

Pergo.uno è una società a Senna Comasco (CO) che si occupa di lavorare sullo sviluppo personale perché crede che, dalla conoscenza di sé e dal potenziamento delle proprie risorse, si generino chiarezza di visione, azioni di valore e relazioni efficaci.

Anacleto Pensotti (photo credit Chiara Pensotti)
"Siamo guida, partner e un supporto delle Persone per il raggiungimento di risultati importanti nel lavoro e nella vita di tutti i giorni. Ci rivolgiamo alle imprese e alle persone, organizzando corsi ad hoc che puntino al cambiamento e al raggiungimento degli obiettivi personali di ciascun individuo" mi spiega Anacleto Pensotti, fondatore di Pergo, con competenze consolidate in ambito commerciale, marketing, vendite, gestione del team, miglioramento dei processi organizzativi ed un Master Pratictioner in Programmazione Neuro Linguistica.
Ed è proprio la PNL che mi porta ad avere un punto in comune con questo mondo (ricordiamoci che Nonna Papera nella sua vita precedente non selezionava farine per torte, ma persone per società e che aveva diversi strumenti per farlo!).
Il corso di Yoga della Risata ha una durata di 4 ore, si pratica con abiti comodi e scalzi.
Arrivo e nella sala ad accogliere me, ed altre 15 persone circa, c'è Lorenza, la nostra maestra.
Alla lavagna, una frase di Madan Kataria.

La lavagna (photo credit Chiara Pensotti)

Su di lui mi ero documentata prima della lezione.
Il dott. Madan Kataria, è un medico allopatico di Mumbai (India), presidente e fondatore del Laughter Club International e dell’International School of Laughter Yoga, catalizzatore di oltre 6000 Laughter Clubs (Club della risata) in più di 60 paesi nel mondo tra l’India e altre parti dell’Asia, gli USA, l’Australia, l’Europa e l’Africa.
E' colui che ha sviluppato lo Yoga della risata attingendo dalle sue conoscenze in campo medico e dalla pratica Yoga.
E' così che apprendo che nello yoga si abbina la scienza del ridere, al fine di contrastare gli effetti negativi dello stress e per raggiungere una pace mentale, migliorando i rapporti interpersonali e contribuendo a promuovere la pace attraverso la risata.
E' una pratica che viene portata negli ospedali, nelle multinazionali, nelle carceri e in tutti i posti dove il livello di tensione e stress è altissimo. 
Ma torniamo alla lezione.

Imparare a ridere guardandosi allo specchio(photo credit Chiara Pensotti)
E' chiaro che le persone al corso erano persone che desideravano, come me, una mezza giornata per se stessi, passando il tempo in modo rilassante e piacevole. E forse avevano la mia stessa curiosità.
"Ridere fa bene. Ridere favorisce lo sviluppo del pensiero positivo e della creatività. Ridere fa bene alle relazioni personali e professionali" ci dice Lorenza "e noi nelle prossime ore rideremo, rideremo tanto e a lungo".
Sono state quattro ore meravigliose, divertenti, catartiche. Non voglio descrivervi ogni singolo esercizio ed ogni evoluzione avuta. E' un corso talmente bello e di forte coinvolgimento, che vorrei che ognuno di voi lo provasse.
E' un corso in cui si sperimenta il potere del respiro, del ridere incondizionato e del movimento dolce per reimparare ad ascoltare il proprio corpo. Un corso che sviluppa nell’individuo benessere ed energia positiva.
"La risata si sviluppa più facilmente in gruppo, ci deve essere contatto visivo, giocosità.
La risata simulata si trasforma presto in risata autentica" ci spiega Lorenza.
Le sessioni inizia con semplici esercizi di riscaldamento, che comprendono stretching, vocalizzazioni, battito delle mani e movimenti del corpo. Tutto ciò aiuta a far cadere le inibizioni e a sviluppare sentimenti di giocosità. Gli esercizi di respirazione si usano per preparare i polmoni alla risata; sono poi seguiti da una serie di “esercizi di risate”.
Questi esercizi, quando si combinano con le dinamiche di gruppo, portano a una risata incondizionata, prolungata e sostenuta.

 (photo credit Chiara Pensotti)

Il momento climax è stata la "Meditazione della Risata", dove ci siamo sdraiati appoggiano la testa sopra la pancia del vicino e abbiamo lasciato che la risata naturale nascesse e continuasse.

Il momento della Meditazione della Risata (photo credit Chiara Pensotti)

13 minuti di risata ininterrotta (photo credit Chiara Pensotti)

Lo sapete che abbiamo riso più di 13 minuti consecutivi? 
Lo sapete che quella risata nasceva spontanea dentro di noi e diventava contagiosa verso l'altro?
Meraviglioso.
Lo sapete che il giorno dopo io avevo gli addominali indolenziti come una mezza giornata di palestra?
Lo sapete che sono andata avanti a ridere tutto il giorno e che la mattina ora mi concentro e, con la mia adorata colazione vista lago, mi faccio anche una bella sana risata?
Il prossimo appuntamento da Pergo con lo Yoga della Risata è il 18 Febbraio. Ci andiamo insieme?

Sono rilassatissima...(photo credit Chiara Pensotti)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...