martedì 18 aprile 2017

Origami Italiani, il nuovo concept di Chef Rubio



Chef Rubio e il suo concept sul futuro della pasta fresca al Fuorisalone di Milano: il cuoco e il designer Filippo Protasoni hanno presentato, durante la Design Week 2017, 'Origami Italiani'

Credit G.Biancofiore
Quest'anno mi sono fatta una full immersion di Fuori Salone. In una giornata mi sono concessa tutte le visite che avevo deciso di fare.
La prima è stata presso Pasta d’Autore, via Cesare Correnti 7 a Milano.
Conoscete? Beh, se non lo conoscete dovete rimediare al più presto. 
Aperto da nemmeno un anno, ma già ben avviato e con i titolari felici della scelta fatta e del riscontro avuto.
Ci sono tre generazioni a confronto a gestire l'attività: la Nonna Lucia, senza la quale tutto questo non sarebbe possibile, la figlia e il nipote Matteo.
"Mia nonna, di origini piemontesi, ha sempre cucinato molto bene. Come fa lei i ravioli al brasato (suo cavallo di battaglia) non li fa nessuno. Abbiamo pensato così di avviare un posto a Milano che offrisse un qualcosa di diverso a tavola. Noi facciamo pasta fresca ogni giorni e abbiamo ogni giorno sughi diversi che ognuno può abbinare alla pasta a suo gusto e piacimento. Per questo il locale si chiama "Pasta d'Autore", perché ognuno è autore del proprio piatto di pasta. Abbiamo circa 40 posti a sedere, ma facciamo anche take away e vendita al dettaglio. Abbiamo spostato il progetto di Rubio diventando uno dei tre attori di Origami Italiani e siamo felici di averlo fatto" così mi spiega Matteo durante la mia visita e la mia degustazioni di ravioli al brasato (sublimi).

giovedì 6 aprile 2017

Have a good time #HaveAGoodTie


Una start up nata dall’incontro di quattro professionisti del mondo del design e della finanza.
Consapevoli del fatto che la cravatta è generalmente vissuta come accessorio formale legato all’abbigliamento elegante da uomo, hanno condiviso l’idea di reinventarla. 

La cravatta.
La cravatta è maschio per antonomasia. Ma le donne la possono indossare?
Sono stata dalla mia amica Debora del negozio Penny Lu di Cernobbio (CO) a confrontarmi sull'argomento.
La tipica cravatta da donna non esiste, ma così come i pantaloni, le giacche e lo smoking, anche la cravatta può far parte dell’abbigliamento da donna, sulla quale ha un effetto particolarmente affascinante. 
A una donna basta aprire l’armadio del marito e scegliere la cravatta che preferisce. Va bene per ogni outfit. 
Le donne possono scegliere lo stesso tipo di nodo degli uomini. Spesso usano il nodo four-in-hand, il windsor o il cosiddetto piccolo nodo. 
La donna, rispetto all’uomo, ha molte più possibilità di variare nell'indossarla: nel modo tradizionale, come cintura per un pantalone, come sciarpa o come fascia per capelli. 
Può dunque piacere la nuova “HAVE A GOOD TIE” ad una donna?
Io dico di sì...guardate come si abbina bene alla giacca di Momonì in vendita da Penny Lu.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...