martedì 27 gennaio 2015

Spaghetto Quadrato La Molisana con alici, pepe rosa e polvere di Panettone Loison...semplicità e genuinità

Buongiorno!

Dico sempre che il fil rouge fra il vecchio e il nuovo lavoro è senza dubbio il piacere di andare in visita nelle aziende di produzione. Quando mi occupavo di selezione del personale era fondamentale andare a conoscere l'azienda, andare a visitare la produzione e seguire passo a passo gli step di linea, magazzino, i macchinari. Diventava il miglior modo per capire cosa avrei dovuto cercare e cosa avrei dovuto spiegare ai candidati per quella posizione. Era anche un momento di incontro e confronto con i titolari delle aziende ed io uscivo sempre arricchita nel vedere funzionare un tornio, un telaio, un muletto retrattile, una macchina da imballaggio.
Così come allora adesso mi diverte visitare aziende nel settore alimentare, ovviamente. Mi piace andare a vedere in loco da dove nasce la farina, dove si lavora il riso, come si insaccano i salumi e pure andare a sentire l'odor di muffa di stagionatura dei formaggi. Mi piace respirare l'aria che respirano loro.

venerdì 23 gennaio 2015

Biscotti con polvere di panettone Loison

Buongiorno!

Ecco una ricetta che mi soddisfa la mattina. Dal gusto speziato e molto invernale, sono ottimi per iniziare la giornata ma anche per accompagnare il tea time delle cinque.
In più mi ha permesso di usare la polvere di panettone Loison, che vi sarete accorti sta entrando nella top ten degli ingredienti must nella mia cucina, dolce e salata.

Ingredienti per 800 gr di biscotti:
450 gr di polvere di panettone al mandarino Loison
150 gr di farina 00 
La punta di un cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiai di maizena
5 cucchiai di zucchero di canna
4 chiodi di garofano ridotti in polvere 
2 cucchiai di cannella in polvere 
3 cucchiai di cacao amaro 
150 cc di latte di riso

Procedimento:
Mixare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido ma compatto. Prendere delle formine  e ricavare dei biscotti da posizionare sulla placca da forno ben distanziati fra loro. 
Infornate a 180° per 15 minuti circa. 

giovedì 22 gennaio 2015

Carrots crumble: quando le ciambelle non escono con il buco

Buongiorno!

Oggi vi racconto la storia di una torta che diventa crumble.
Alla base c'è la certezza e la consapevolezza che io soffro di ansia da prestazione: se mi fai agire in libertà son rilassata e ottengo il meglio, se mi sento di essere sotto esame e che qualcuno si aspetta qualcosa da me...il disastro. 
Per questa torta volevo dare il meglio, volevo creare un effetto WOW, volevo stupire con il semplice, volevo regalare un dolce risveglio.
Ma partiamo dall'inzio. La voglia di farla e di mangiarla nasce alla Tenuta Tovaglieri da Giuliana durante l'evento "L'artista va in cantina". Nel menù dell'agriturismo per pranzo c'era questo dolce a chiudere in bellezza. Considerato che io dopo la colazione non mangio più dolci durante il giorno, sono rimasta con la voglia in bocca e ho chiesto a Giuliana la ricetta.
Semplice, veloce e light, direi perfetta per i miei gusti.

martedì 20 gennaio 2015

Risotto allo zafferanza e cavolo nero

Buongiorno!

Risottiamo con lo chef Carlo Molon che oggi usa il cavolo nero in una ricetta a base di riso e zafferano. Riserva San Massimo e Mastri Speziali sono marchi "approvati" dallo chef che spesso li usa nella sua cucina.
Il cavolo nero lo consiglia perché abbiamo letto un articolo in cui si dice che "è utile per essere una riserva di risorse benefiche da sfruttare soprattutto in inverno. Si tratta di un vegetale ricchissimo di sostanze antiossidanti (che spengono i processi infiammatori, migliorano quelli digestivi e hanno mostrato di possedere importanti proprietà di prevenzione antitumorale), sali minerali e vitamine, in particolare la C, che è il migliore vaccino naturale contro virus, dolori e infreddature".
La vera e propria curiosità è che aiuta contro distorsioni e infiammazioni, non fa solo da scudo contro l’influenza, se posizionate un paio di foglie preventivamente pestate sulla parte dolente, fissandole con un bendaggio, accelera la guarigione del processo infiammatorio. Curioso vero?

lunedì 19 gennaio 2015

Risotto al tartufo, patate e crema di bufala

Buongiorno!

Appuntamento con: la ricetta di cheffino. Vi ricordo che Christian Bosco frequenta il secondo anno della scuola alberghiera di Como ed è solito "studiare" piatti ad hoc per Dolcezze di Nonna Papera.
Avendo io in casa olio al tartufo credo che proverò quanto prima questa ricetta che risulta davvero semplice nell'esecuzione.

Ingredienti per 4 persone:
3 patate grandi
350 gr di riso Carnaroli Riserva San Massimo
sale e pepe q.b.
6/8 mozzarelle
olio al tartufo

Procedimento:
Bollire le patate, sbucciarle e passarle creando una crema.
Intanto mettere a tostare il riso e cuocerlo con il brodo.
Unire le patate nella parte finale della cottura, mantecare, aggiustare di sale, aggiungere del rosmarino, e appena impiattato aggiungere del tartufo (io consiglio di mettere dell olio tartufato a fine cottura, a fuoco spento, per dare più sapore).
Per la crema, frullare mozzarella di bulafa con un po della sua "acqua", aggiustare di sale e di pepe bianco.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...