martedì 2 settembre 2014

Guancetta di maiale brasata al Merlot vista lago di Lugano

Buongiorno!

La giornata è azzurra come mai lo è stata durante questa strana estate, il sole ti entra dentro scaldandoti l'animo e il vento è fortissimo e increspa il lago. Così mi sono alzata ieri mattina, con la tardiva estate addosso e la voglia di andare a fare una gita fuori porta. E così ho fatto. Potevo decide fra un pranzetto a Como o uno a Lugano, il comune denominatore era il lago, la differenza la faceva la voglia di evadere...e di espatriare.
Ed eccomi a Lugano, nel Canton Ticino in Svizzera, a soli 40 minuti da Como.
Il ristorante è Luce Al Gargantini dallo chef Mauricio Acosta.
Situato proprio lungolago a due passi dal Casinò di Lugano negli storici palazzi Gargantini.
Arrivi e due dei cinque sensi vengono colpiti immediatamente: il primo è la vista, puoi godere del lago mangiando sia dentro che fuori, il secondo è l'olfatto, per la fragranza di mosto che aleggia all'interno e proviene da un profumatore per ambienti. 
Nato nell'aprile 2013, è di proprietà metà argentina e metà calabrese. La parte calabrese è rappresentata da un gentilissimo Domenico Lo Preiato, titolare anche de "L'Approdo" Stella Michelin di Vibo Marina, mentre la parte argentina dai proprietari del buonissimo vino assaggiato della cantina Barricas del Plata.

lunedì 1 settembre 2014

Torta senza senza.... stile #nutrigenetist

Buongiorno!

Sabato ho raccolto le nocciole. Un'oretta a schiena piegata sotto la pianta che continuava a darmi i suoi frutti. Domenica mattina mi sono armata di pazienza e, aiutata da mamma e papà, le ho sgusciate tutte: quasi un chilo di nocciole è il mio bottino.
Prima ho preparato la Nutella homemade, o nocciolata, che non facevo da molto tempo, poi mi sono fatta una torta.
Ed ecco qui la torta che fa per me, o meglio, ecco la torta che calza a pennello con la mia dieta.
Senza burro, senza lievito e senza uova, una torta con farina integrale e latte di riso. Il primo "esperimento" per una colazione diversa. 

Ingredienti:
270 g di farina integrale
150 g di zucchero di canna
100 g nocciole tritate
100 g cacao in polvere
2 mele
4 g di bicarbonato
125 ml di latte di riso 
80 ml di olio di semi


venerdì 29 agosto 2014

Pane e Tulipani: profumo di rosetta da un fiorista

Buongiorno!


Era da tempo che volevo andarci, mi è capitato spesso di vedere su Instagram foto che mi stuzzicavano e check in frequenti da parte di amici.
Ieri ero a Como in ora di pranzo e ne ho approfittato.
Pane e Tulipani Cafè Fleurs è un cafè restaurant sui generis in centro città.
Ci sono tavoli anche all'aperto ma io sono voluta entrare per "spiarlo" in ogni suo angolo.
Aperto cinque anni fa, nasce come negozio di fiori e bar. A poco a poco il bar diventa una ricercata vineria con ristorante. Il menù ha una scelta limitata ma senza dubbio di qualità e curata nella selezione.
Il locale ricorda un po' le cantine con sassi a vista e mobili in legno, l'oggettistica in ferro battuto e pvc dallo stile provenzale, naturalmente fiori meravigliosi e luci soffuse, un posto anche romantico se vogliamo.
La mia intenzione era quella di stare leggera e sono andata decisa nella scelta di un amuse bouche di pesca bianca con culatello di Parma, lamponi e pepe nero e un bel piatto di culatello 16 mesi con fichi.

mercoledì 27 agosto 2014

L'acqua cotta e altro ancora a...La Spianatoia di Scansano

Buongiorno!

Enzo il titolare
Funziona quasi sempre così: sai di andare in un posto e prima di partire ti informi tramite amici, parenti o colleghi su dove andare a mangiare qualcosa di tipico.
Il gusto è soggettivo ma se te ne parlano bene tu ti fidi e la prendi quasi come una missione "devo andare a provare qui perché quello dice che si mangia bene, vediamo".
Ed è andata così la nostra prima cena a Scansano "un mio collega mi ha detto che a La Spianatoia si mangia molto bene, mi ha detto che fanno dei  tortelli squisiti, io direi di provare".
Non è stato nemmeno difficile trovare il posto, ci siamo passati davanti subito per andare alla Locanda Terenzi e si trova proprio nella piazzetta principale di Scansano, la sera poi non puoi non vederlo perché ha fuori un'insegna rossa luminosa con scritto ristorante.
Entri, scendi qualche gradino, e ti trovi subito in una tipica trattoria maremmana. Ad accoglierti Enzo, il titolare. Sorridente, tipico accento toscano, scherzoso e subito amichevole con gli ospiti.
Ci mette sul tavolo i menù e ci lascia soli a riflettere, torna dopo poco con aria convinta di chi sa già dovrà consigliare e invece si ritrova con persone preparate sulla sua cucina che subito ordinano "Tortelli per 5, grazie". 

lunedì 25 agosto 2014

La mia vacanza ha il sapore un po' di Balbino e un po' di Morellino

Buongiorno!

Ci sono persone che, in qualsiasi stagione dell'anno, frequentano la Toscana ammirandone la bellezza del paesaggio rurale, le colline lavorate ad arte dai tempi degli Etruschi che hanno creato i primi vigneti e uliveti che, ancor oggi, sono il successo dell'enogastronomia locale; ci sono persone che se ne innamorano e sognano di viverla.
Dopo aver fatto una settimana fra Maremma, costa dell'Argentario e colline del Chianti non posso che non dar torto a queste persone: siamo in una terra selvaggia bella da togliere il fiato.
La famiglia Terenzi, ad esempio, ha amato e scelto il Grossetano come nuova residenza privata e professionale trasferendosi da Milano e realizzando il sogno di molti. Hanno creduto in questa terra fra Cerreto Piano, Crognoleta, Madrechiesa, Montedonico e Salaioli e nel 2001, da zero, hanno iniziato ad impiantare i primi vigneti che hanno restituito frutti donando la prima annata nel 2004.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...