lunedì 23 luglio 2012

Il caffè del pastore

Buongiorno!

"L'amicizia è il vino della vita" diceva Edward Young (1683 - 1765)
"Nella vita le amicizie si brindano con tanto vino" dico io.
Non c'è serata più serena di una serata con amici di vecchia data e non c'è magia più rilassante del vedere sette uomini seduti a tavola, davanti a bottiglie di Amarone e Bric Quercia, che ricordano 25 anni di biricchinate insieme: i pomeriggi al campetto a palleggiare con il Tango, il pallone più gettonato dei bambini di allora, i giri con la Salta Foss, la bicicletta in auge ai tempi loro, le gite dell'oratorio e le avventure che non riescono nemmeno a raccontare dal tanto ridono al solo pensiero.
Gli anni passano, i "bulletti" crescono, ed ora sono lì, con mogli, compagne e figli a ricordare e a ridere ancora insieme.
A questo punto, per concludere la serata, ci starebbe bene la grolla dell'amicizia. Avete in mente il recipiente in cui si beve il tipico caffè valdostano? E' in legno ed ha numerosi becchi da cui bere, passandola di mano in mano, dal più vecchio al più giovane. Il rito di passarla e la gran quantità di alcool sono fattori che favoriscono l'amicizia.
Ma se la grolla non c'è? Nessun problema, arriva Emy e prepara a tutti il Caffè del pastore.
Non lo conoscete? Beh, non lo conoscevo nemmeno io fino a sabato sera, quando Emy lo ha fatto  assaggiare a tutti, un caffè tipico di Bormio dove lui lo ha scoperto in un agriturismo, un caffè con l'aggiunta di liquori di erbe alpine e di panna.
Il caffè che mancava nella cucina di Grandma Duck...ora c'è...

Ingredienti (per 6/7 tazzine)
1 moka da 4 persone
1 tazzina da caffè di Taneda (liquore digestivo Valtellinese a base di erba iva)
1 tazzina da caffè di Braulio
1 tazzina da caffè di grappa bianca
1 tazzina da caffè di panna da montare

Procedimento:
Versare tutti gli ingredienti in un pentolino e scaldare mescolando piano piano.
Servire in tazzine e bere ancora caldo.

Grazie Emy, la prossima volta ti rubo la ricetta del fresco e delicato sorbetto al Braulio! 


14 commenti:

  1. Nemmeno io lo conoscevo.. Che particolare, che belli l'incipit del post.. Buona giornata cara, baci

    RispondiElimina
  2. Ne ho bevuto uno simile al rifugio di Plan de Corones, un caffè profumato ed energetico!! Buono!!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Plan de Corones!!!! Ho imparto a sciare alla Miara io....che bel ricordo mi hai evocato =) bacio

      Elimina
  3. non conoscevo questa ricetta, la proverò, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  4. pensavo di farlo per colazione ma credo non mi convenga XDXD bacione Ale!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ti avrebbe dato una bella carica! =)

      Elimina
  5. apperò.....
    adoro il Taneda, ma a Milano non lo trovo! Un bacio a presto!

    RispondiElimina
  6. Buon inizio settimana cara!!!!

    RispondiElimina
  7. davvero belle quelle serate a ricordare i tempi andati. Tempi meravigluiosi che i ragazzi di oggi non riusciranno ad assaporare come abbiamo fatto noi.... peccato.
    Sono mancata parecchio qui da te e arrivo stasera dopo il tuo appello, giusto per un sorso di questo caffè che non ho mai assaggiato, ma mi sembra davvero ottimo.
    In questo periodo sono tanto amareggiata, quello che era motivo di grande entisiamo per me (il mio blog), sta diventando un piccolo peso. Non voglio abbandonarlo per sempre, lo amo troppo, ma sento che intorno a questo mondo ha iniziato a girare un'aria soffocante che mi fa scappare la voglia di connettermi e scrivere.
    Grazie per essere passata a risvegliare il bradimotta (bradipo/marmotta) che si sta impadronendo di me.
    Ti abbraccio.
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...non mollare donna homemade! FAI LA DIFFERENZA!!!! Ti abbraccio =)

      Elimina
  8. Questo caffè "in compagnia" mi sembra davvero magnifico

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...