lunedì 29 ottobre 2012

Presentazione Merano Wine Festival e Gourmet Arena


Buongiorno!


Il 22 ottobre “Per tutti i gusti: il giro d’Italia a tavola” è tornato a Milano. Prima alla Feltrinelli di Corso Buenos Aires, presenti gli chef Herbert Hintner del ristorante Zur Rose di San Michele Appiano e Carlo Molon de Il Canneto dell'Hotel Sheraton di Malpensa. 

Helmuth Koecher
Helmuth Koecher presidente del Merano Wine Festival e Carlo Vischi hanno presentato l'edizione 2012, la 21esima, e gli eventi collegati alla Gourmet Arena: 11 chef, 5 stellati Michelin, 5 chef emergenti e un ospite d’eccezione, daranno dimostrazione di bravura con le loro proposte di piatti a tema l’ECO-SOSTENIBILITÀ.

Carlo Molon
Carlo Molon sarà proprio uno di questi. “Eco-sostenibilità significa lasciare alle generazioni future ciò che c’è stato lasciato da quelle precedenti. Nel piatto che presenterò ho usato degli ingredienti che sono di sicuro legati al mio territorio, andando a ritroso con la memoria e alle mie origini venete. Ho così creato un raviolo di farina integrale ripieno di taleggio su una pomata di uva fragola, un mix di sapori e profumi. Per quanto riguarda l’uva fragola” spiega Molon “purtroppo ci sono regole restrittive che ne limitano la vinificazione, che è consentita prettamente per uso domestico, ma nulla vieta il suo utilizzo in cucina. La farina integrale è legata al ricordo di mia nonna che la usava per fare la polenta e il pane, perché più buona, diceva lei, oggi è preferita da molti chef e nutrizionisti. Il taleggio è un formaggio a cui è seguita nel 1996 la Denominazione di Origine protetta (D.O.P.). Questo formaggio, prende il nome dall’omonima valle situata nell’alto bergamasco; inizialmente veniva chiamato “stracchino”, nome che per secoli in Lombardia ha contraddistinto tutti i formaggi molli a forma quadrata, ma solo ai primi del ‘900 si è distinto con il nome di Taleggio” 

Anna Maria Simonini e Herbert Hintner
Sempre qui in Feltrinelli, Anna Maria Simonini ha presentato la guida "I buoni sapori d’Italia" (Trenta editore), che attraversa l’Italia, dal nord al sud, raccontando i suoi prodotti più conosciuti, le sue specialità più strane, le sue ricette più golose ma anche più divertenti da preparare. Dal Bergamotto al Capocollo, dal Pane di Matera al Salame strolghino; e ancora la Ciriola romana, i Testaroli della Lunigiana e il Frustingo marchigiano. 

A seguire una cena al ristorante "Casanova" del Westin Palace (preceduta da uno show cooking di Herbert Hintner) per mano dello chef Augusto Tombolato.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...