lunedì 15 dicembre 2014

L'Albereta Resort in Franciacorta

Buongiorno!

Oggi vi voglio parlare di un suggestivo Resort cinque stelle in Franciacorta, un luogo circondato da un parco secolare, da colline con vigneti. Siamo a Erbusco (BS) a pochi chilometri dal lago di Iseo e a solo un'ora da Milano. Siamo in un luogo che davvero, come dicono loro, soddisfa il piacere di chi vuole "riprendersi il proprio tempo" fra natura, silenzio e  sculture di arte contemporanea.
L’Albereta per me è un luogo magico che "sa coinvolgere i propri ospiti in un’esperienza indimenticabile, perché qui l’arte dell’ospitalità è intesa come capacità di garantire benessere assoluto e sublime piacere dei sensi".
La seduzione colpisce il palato ed il benessere grazie all'alta cucina e alla wellness & medical SPA Espace Vitalité Henri Chenot.
Sono arrivata in un giorno il cui mio unico obiettivo era recuperare energie, rilassare la mia mente ed il mio corpo viziandomi un po'. E nulla è stato lasciato al caso.
"Ho sempre rifiutato di realizzare un altro Spazio in altra sede se non quella di Merano. Fino al giorno in cui due mondi si sono incontrati: lo Spazio Chenot e Terra Moretti, dove si nasconde L’Albereta. Sono stato sedotto dalla creatività, dalla voglia di crescere, di perfezionare, di scoprire nuovi orizzonti, ma anche dall’umiltà, dalla semplicità, dall’ascolto dell’altro che caratterizza “i Moretti”. Con Dominique, mia moglie, abbiamo deciso di creare una nuova identità per la cura di sé, una identità finalizzata alla bellezza naturale che ci permette di ritrovare l’armonia senza trucco, quella che ci dà luce" dichiara Henri Chenot.
La mia mattinata è stata tutta coccole e benessere proprio all’Espace Vitalité Henri Chenot de L’Albereta che rappresenta un luogo di benessere assoluto, uno "spazio dove dedicarsi esclusivamente alla cura di sé, secondo un metodo rigoroso fortemente radicato nei principi della medicina, in grado di riportare l’organismo alla massima forma psico-fisica" mi spiega la mia formidabile massaggiatrice.



Qui siamo in una delle due sole medical & wellness SPA firmate da Chenot in Italia dove lavora un team altamente qualificato di professionisti (medici, terapisti, dietiste, assistenti di terapia, osteopati, estetiste). 
Per prima cosa provo il bagno turco e poi mi trasferisco in piscina dove regna pace e silenzio. 
Il massaggio a me riservato è fatto con una tecnica esclusiva con delle campane rivitalizzanti e rigeneranti, un'ora di benessere per il mio corpo a parlar di cure. So che non si dovrebbe tanto parlare in questi momenti e concentrarsi sul relax ma io ero curiosa di capire come si svolgono le cure qui.
Ci sono persone che arrivano da tutto il mondo per affrontare un programma di 3 giorni o anche una settimane e più con l'obiettivo di perdere peso, rigenerare il proprio corpo, tornare in forma. Programmi personalizzati ad personam con kcal da rispettare, trattamenti da seguire e pasti da consumare secondo la dieta adeguata. Il tutto mettendosi completamente fra le mani di esperti che ti guidano durante il soggiorno.
Mentre mi massaggia e mi parla io sogno una settimana dove "riprendermi il mio tempo e il mio benessere totale".





Per pranzo vado a conoscere il nuovo chef Fabio Battista in compagnia di Francesca Dall'Acqua.
Lo chef Fabio Battista
"La famiglia Moretti, nella fase post Gualtiero Marchesi (perché ricordiamo che questo è stato il suo regno per oltre 25 anni), ha deciso di riprende le redini della ristorazione e renderla alla mano. Per far ciò ripensa allo spazio e lo adatta all'idea" mi spiega Francesca "Carmen Moretti de Rosa, insieme alla sua famiglia, ha realizzare il sogno di imprimere il suo inconfondibile “carattere” anche alla cucina de L’Albereta". 
"A coloro che desiderano rispettare un regime calorico controllato, è dedicato il Ristorante Benessere, nelle cui proposte è possibile ritrovare il piacere di una cucina calibrata nell’apporto calorico, ma ricca nei sapori, che saprà sorprendere anche i palati più esigenti. Il Library Lounge, con le sue calde atmosfere da salotto di casa, è il luogo ideale per il relax nella privacy più totale: per sorseggiare una tisana detox Chenot, per leggere un buon libro, per contemplare il paesaggio della Franciacorta su una delle sue deliziose terrazze. Per la parte più gourmet abbiamo il nuovo ristorante LEONEFELICE che trova anche un perfetto complemento nel bistrò VISTALAGO, la cui terrazza gode di un panorama straordinario sul lago di Iseo".
Fabio Battista ha 37 anni ed è pugliese, di Molfetta, ero il sous chef di Baldassarre all'Unico Restaurant. Si è messo a disposizione del progetto della famiglia Moretti sposandone la filosofia e rimettendosi in gioco. La famiglia non stava cercando un nome famose per "sostituire" il Maestro, la famiglia cercava qualcuno in linea con le loro suggestioni, che amasse il rapporto diretto con la terra (come il coltivare un orto di proprietà e allevare polli e conigli).
Al bistrot VistaLago si hanno proposte come il menù che ho preso io, oltre ad essere il luogo per una favolosa prima colazione.










In cucina regna il silenzio, segno di rispetto per il lavoro.
Una cosa che molto mi ha colpita e che sogno ora come esperienza è la Chef Table, una tavola per due apparecchiata proprio in cucina vista fornelli e chef in opera.

Lo Chef Table







Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...