martedì 22 novembre 2011

La bagna cauda


Buongiorno!

Sabato sera ho gustato, a casa di amici con origini piemontesi, la bagna cauda.


La bagna càuda, (letteralmente, salsa calda) è un tipico piatto della cucina piemontese, originario in particolare dell'Astigiano, delle Langhe, del Roero e del Monferrato, nelle province di Cuneo, di Torino, Alessandria e Asti.
È un piatto a base di aglio, olio extravergine d'oliva ed acciughe salate. Volendo si possono aggiungere agli ingredienti anche burro, margarina e panna da cucina. Per tradizione è un piatto tipico del periodo della vendemmia, quindi da consumare prevalentemente in autunno ed in inverno: una delle leggende sulla sua nascita vuole proprio che venisse preparato per togliere ai vendemmiatori il dolce odore, spesso quasi nauseante, dell'uva pigiata.
La bagna càuda si consuma intingendovi vari tipi di verdure di stagione (specialmente cardi, cipolle cotte al forno, peperoni crudi o cotti, foglie di cavolo crude, topinambur, barbabietole cotte a vapore e tante altre).
Un tempo si usavano solo cardi gobbi, tipici di Nizza Monferrato, i topinambur ed i peperoni conservati nella raspa (ciò che rimaneva del procedimento di vinificazione del grappolo d'uva) e la bagna càuda veniva consumata in maniera conviviale attingendo da un solo contenitore (pèila), posto al centro del tavolo.
Oggi sono diventati tradizionali appositi contenitori in terracotta (fojòt) costituiti da una ciotola a cui è sottoposto un fornellino per mantenere calda la salsa. La bagna càuda può essere accompagnata da un vino rosso corposo (se vogliamo rimanere nel tipico ambiente langarolo, possiamo usare il Barbera, il Nebbiolo, il Barbaresco, o il Dolcetto, quest'ultimo particolarmente utilizzato nei pasti quotidiani dell'Albese). (notizie prese dal web)

Ingredienti:
7/8 acciughe a persona
mezzo aglio a persona
latte
burro
olio evo
panna

Procedimento:
la parte più lunga, scomoda e noiosa, è la pulizia delle acciughe. Dopo averle pulite, tritate con l'aglio, le ha messe in una pentola e le ha ricoperte con il latte. Ha lasciato cuocere fino a quando non si è asciugato il tutto, poi ha aggiunto il burro, l'olio e la panna (per 6 persone ne ha messa una confezione). Ha portato ad ebollizione ed ha servito caldo (nel classico pentolino in rame con il fornelletto sotto).
Ha servito con delle patate lesse, peperoni al forno, sedano e porri.


Grazie Laura!!!!

13 commenti:

  1. M'incuriosisce nemmeno poco!!!!! chissà che ti scalda per benino.. e data la presenza di acciughe chissà che sapore!!!!! e bravaaaaaacon queste tradizioni!!! baci :-)

    RispondiElimina
  2. Claudia è un piatto saporitissimo davvero...ed è un piatto da mangiare in compagnia come la fondue...ieri ho fatto una versione tutta mia, ho condito il couscous con la bagna cauda rimasta =) =) delizia!!!!! baciooooooooo

    RispondiElimina
  3. Wowwe ma che bel pentolone! Io l'ho assaggiata appunto a Torino da alcuni parenti.. davvero gustosa! Baci e buona giornata!

    RispondiElimina
  4. mai assaggiata,ma sono sicura che è ottima.
    baci

    RispondiElimina
  5. io non l'ho mai assaggiata , mi sa che questo è il periodo giusto per farla , devo ritagliare uno spazietto di tempo ...
    Sempre ottime ricette le tue :-)

    RispondiElimina
  6. @grazie Franca di essere passata
    @ciao Monica
    @Pamelaaaaaa trovati lo spazietto...un po' tanto però perchè pulire le acciughe richiede tempo =)

    RispondiElimina
  7. buona!
    l'ho mangiata una volta sola sopra ad un peperone grigliato!

    RispondiElimina
  8. Direi che è ottima io la faccio con e senza panna dipende dall'uso che ne faccio comunque confermo che è buonissima, complimenti per il blog ora ti seguo ciao Nadia

    RispondiElimina
  9. Ciao Carla....ottima anche su peperoni grigliati...io fra tutti, avendo l'intolleranza alla patata, ho preferito il porro
    @grazie Nadia e benvenuta!

    RispondiElimina
  10. io non l'ho mai fatta! prima o poi mi cimenterò! ciao cara

    RispondiElimina
  11. Pure io non l'ho mai fatta. . . bravissima Ale!!!!

    RispondiElimina
  12. Non sono un amante del miele...ma questa bagna cauda...mi potrebe far impazzire...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...