lunedì 14 novembre 2011

La carbonade



Buongiorno e buon lunedì a tutti!

Come state? Avete trascorso un buon week end?
Per augurarvi un buon inizio settimana, oggi vi voglio parlare della CARBONADE.
Altro piatto preso dal ricettario di Mariella, la carbonade può essere flamande (o à la flamande) (in nederlandese Stoverij o Stoofvlees) o valdostana.


La carbonade flamande è un piatto tradizionale belga composto da uno spezzatino di manzo stufato e cipolla, bagnato con la birra e condito con timo e alloro.
Il tipo di birra utilizzato è importante. Tradizionalmente si ricorre a una Oud Bruin, una birra bruna di abbazia, o a una rossa delle Fiandre. Oltre alla birra, per accrescere il sapore agrodolce, prima di servire, viene aggiunta una piccola quantità di sidro o di aceto oltre a un po' di zucchero di canna o gelatina di ribes rosso mescolato.
La pietanza è spesso accompagnata da patatine fritte, patate bollite o purea di patate.
La carbonade valdostana è uguale, solo si usa il vino rosso al posto della birra.

Ingredienti:
1 kg di fettine di manzo
1 kg di cipolle
sale
olio
vino rosso

Procedimento:
ho tagliato la cipolla a fettine sottili e l'ho fatta appassire in una padella con l'olio. In un'altra pentola ho scottato sempre con l'olio le fettine salate.
Ho poi messo in una pirofila capiente, alternando, uno strato di fettine di manzo ed uno di cipolle, ed ho salato.
Ho ricoperto con un buon vino rosso robusto e strutturato.
Ho infornato a 180° per 90 minuti circa.


Dovesse rimanere troppo liquida, potete stemperare il sughetto con una chiccherina di farina.
Noi abbiamo accompagnato la carne con un assaggio di polenta taragna.

Serena giornata!

14 commenti:

  1. Wowwwwww ma è particolare con le fettine di manzo... credevo fosse uno spezzatino! mi piace tanto la cottura della carne rossa nel vino rossa.. e questa ricetta è troppo particolare epr la cottura in forno!!! E brava la mia amica... e poi ho eltto bene.. polenta per accompagnarlo?? che buonaaaaaaa.. ora fa freddo e ci sta benissimo! A dopo smack

    RispondiElimina
  2. l'ho assaggiata una sola volta ma l'ho trovata eccezionale, buona settimana

    RispondiElimina
  3. @Buongiorno Claudia...condividiamo questa passione per la carne "ubriaca" e un buon polentino fumante ora ci sta proprio =) bacio
    @Zucchero e Farina ciao..assaggiala ancora =)
    @Ciao Carla hai ragione...del resto sbaglio o da sabato si sono abbassate le temperature...io inizio a sentire il freddo pungente. baci

    RispondiElimina
  4. ciao Ale, grazie per questa ricetta, non la conoscevo e mi sembra fantastica.. quell'intingolo di cipolle è golosità allo stato puro!!!
    baci

    RispondiElimina
  5. Non conoscevo questa ricetta, la salvo tra le cose da provare, Bravaaa!!

    RispondiElimina
  6. bravaaaaa, mi strapiace questa ricettina!!! Bacioni!!!

    RispondiElimina
  7. ciao certo che non scherzi neanche tu in fatto di piatti autunnali!!!!! che bontà!

    RispondiElimina
  8. @ciao Sere =) grazie
    @Titty salvala perchè ne vale la pena
    @buongiorno Agata

    RispondiElimina
  9. per motivi di celiachia dovrò scegliere la valdostana, ma penso che ne valga la pena, bel piatto, grazie :))

    RispondiElimina
  10. ammaela che buona, io amo il brasato di casa mia che si cuoce proprio nel vino rosso, quindi immagino la bontà di questo piatto, che ti dirò..accompagnerei volentierissimo con purè di patate :P
    Grazie.
    Buona serata. Bacio.

    RispondiElimina
  11. @Sonia...sai che ho appena fatto analisi pure io...ma non sono risultata celiaca e chissà che intolleranze ho....non trovo un buco per fare le visite...per ora ne approfitto e mangio ancora tutto =)
    @ciao Cri.....ecco io invece l'unica certezza che ho è che sono intollerante alle patate =) baci

    RispondiElimina
  12. sembra molto ma molto ricco di sapore!!Mi piace molto e me lo segno, baciotti

    RispondiElimina
  13. @Stefania ciao...il segreto del buon sapore è nel vino scelto...da qui dipende tutto...buona serata

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...