martedì 8 novembre 2011

Radiatori all'uva, panna e pancetta

Buongiorno!

Provare formati di pasta diversi ed originali stimola la fantasia in cucina.
Oggi vi presento i RADIATORI della Verrigni.

"L’Antico Pastificio Rosetano Verrigni produce circa 80 formati, dalle tipologie tradizionali ai formati “giganti”, disponibili anche con semole di grano duro Kamut e Senatore Cappelli, oltre che di farro ed aromatizzate (pomodoro, spinaci, peperoncino, ortica, zafferano, basilico, funghi, tartufo).
La trafilatura in oro conferisce alla pasta una consistenza diversa, ricercata ed elegante, capace di esaltare il gusto dei partner – sughi e salse – e di donare alla pasta stessa una personalità fresca e forte che si sposa armoniosamente con qualsiasi condimento. In virtù del minore “stress” che l’impasto subisce a contatto col metallo nobile, spaghettoro e fusilloro presentano una nuova ruvidezza, una nuova dolcezza e una nota distintiva che conquista immediatamente il palato. La trafilatura in oro impreziosisce la pasta Verrigni in tutti i sensi, primo fra tutti il gusto"
(notizie prese dal sito)
Ingredienti:  
250 gr di radiatori Verrigni
100 g di pancetta affumicata
olio evo
cipolla tritata
12 acini di uva
100 ml di panna Codap
parmigiano grattugiato
sale e pepe 
Procedimento: 
Per prima cosa ho preparato la pasta in abbondante acqua salata.
Poi, in una padella, ho fatto saltare la pancetta e la cipolla in un po' di olio.
Ho aggiunto l'uva e lasciato andare ancora un po'.
Ho tolto dal fuoco, aggiunto la panna, il sale, il pepe e abbondante parmigiano grattugiato.

Ho scolato la pasta bene al dente e l'ho versata nella padella e mescolato. 



Vi auguro un buon pomeriggio!

14 commenti:

  1. Mamma mia Ale... questa è fantastica!!! mi incuriosisce l'uva con panna a pancetta per un condimento della pasta!!!!mi sa che te la copierò a breve... me gustaaaaaaaaaaaaaaaaaa.. e pure la nuova veste del blog!!!! smackkkk

    RispondiElimina
  2. che ricetta originale! sicuramente gustosissima, da provare! un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Uva , panna e pancetta??? Davvero una combinazione curiosa!! Mi incuriosisce moltissimo!!!

    RispondiElimina
  4. @grazie Claudia, la veste del blog è merito tuo =)
    @Serena ciao
    @Buongiorno Debora!

    RispondiElimina
  5. Brava Ale!! è ora di accendere i radiatori, che fa fresco!! ma che bella idea l'uva.. geniale!!
    baci

    RispondiElimina
  6. Buongiorno Giovanni! Segna e prova!

    RispondiElimina
  7. Ma è bellissima questa pasta! Troppo forte! E il condimento beh.. che dire! Sei mitica!!

    RispondiElimina
  8. ...chiaretta...ci stavamo leggendo a vicenda =) baci e grassie

    RispondiElimina
  9. come sono "pannosi" , buoniiiiii

    RispondiElimina
  10. Anch'io devo testare la bontà Verrigni! Sono enormi questi radiatori, raccolgono un mucchio di sugo, mi piacciono! ;P

    RispondiElimina
  11. Una ricetta sfiziosissima come al solito cara! Anche questo tipo di pasta mi piace molto, prende il sugo che è un piacere, chissà come deve essere con l'uva.. molto interessante comunque!

    RispondiElimina
  12. quel formato mi piace molto epr racchiudere i sughetti cremosi come questo tuo. complimenti per la ricetta, molto interessante

    RispondiElimina
  13. Particolare con l'uva, da assaggiare! Vedo che apprezzi la pasta abruzzese, la mia terra è ricca di bontà! :)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  14. @ciao Mercoledì...provala...in effetti come dite tutte è un formato "raccogli sughetto" davvero fenomenale
    @ciao Tantocaruccia e buongiorno Stefania!
    @Dana....mi sa che farò un giretto in Abruzzo..perchè hai davvero ragione...è ricca di bontà

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...