mercoledì 6 luglio 2011

Strudel di....mele e prugne!

Siamo alla frutta...per fortuna poi arriva il dolce!
Andros

Buongiorno!
La mattina era iniziata all'insegna della "civetteria"....ho indossato le mie scarpette nuove, tutte "sbarlusci e luccichini", alla schiava, molto trendy, mi sentivo una ragazzina, ho fatto l'affarone con i saldi, ai piedi avevo due gioielli....sono entrata in ufficio e le ho mostrate con orgoglio, mi sentivo Dorothy...fino a quando =(....mi sono alzata di scatto dalla scrivania, sono inciampata e ho staccato una borchietta UEUEUEEUUEEUUEEEEEEEEEEEE ;-(
Io lo so che devo evitare le perline, le borchie e tutto ciò che sta attaccato con un filo....ora devo scappare al centro commerciale a farmela riattacare con un pronto intervento.....ho già smesso di "pavoneggiare"....ditemi che torneranno come nuove vi prego!!!!!
Mentre sarò dal calzolaio....mangiatevi questo strudel =)

Ingredienti:
2 confezioni di pasta sfoglia Buitoni (l'avevo detto che ne avrei usate due da qui in avanti)
100 gr di amaretti Vecenzi
1 vasetto di marmellata alle prugne e cannella fatta da me (rimasta molto liquida!)
3 mele grosse
Il Doratore Codap

Procedimento:
ho mescolato la marmellata con gli amaretti sbriciolati, ho sbucciato e tagliato a fettine le mele che ho aggiunto alla marmellata ed agli amaretti.


Ho versato il composto su una sfoglia lasciando 2 cm di contorno, ho chiuso con l'altra sfoglia.
Grazie a Codap ho scoperto "Il Doratore": pronto all’uso, facile da utilizzare, senza uova, Il Doratore garantisce uniformità nella doratura, riduce gli sprechi e assicura maggiore igienicità. Inoltre il gusto neutro lo rende adatto per dorare prodotti dolci e salati.


Ho agitato la bomboletta e ho spruzzato sulla sfoglia.
Ho infornato a 180° per 35 minuti 


Vado...a dopo!

12 commenti:

  1. Il doratore?? Questa poi... e chi l'aveva mai sentito!!! Fantastico :-)

    RispondiElimina
  2. eheheehe..hai visto cosa ti ha IMPARATO Nonna Papera oggi =) baci

    RispondiElimina
  3. Buonissimo lo strudel.. ammazza.. ma il doratore... che ideona... dovrò cercarlo. smack :-D

    RispondiElimina
  4. ehehehehe ... anche io "civetto" quando metto qualcosa di nuovo , mi spiace solo che ti si siano guastate così presto ma da quel che scrivi deduco che hai l'abitudine di "guastare" presto ogni cosa con borchie ,perline e via dicendo ...
    per lo strudel .. mi vuoi proprio fare ingrassare ?? Ma hai idea di quanto mi piace la frutta? e poi quella frutta ??? Le prugneeeee che goduria ,peccato non si possa abbondare !

    RispondiElimina
  5. Che voglia di strudel!!!!è da un sacco che non lo mangio, con mele e marmellata alle prugne...mmmmm

    RispondiElimina
  6. Strudel che bella parola...come direbbe Totò :) E le scarpe??? riparate?

    RispondiElimina
  7. Lo strudel è un dolce eccezionale fa sempre la sua figura la tua versione è proprio ottima! bacioni!

    RispondiElimina
  8. Adoro lo strudel e questo è golosissimo, grazie Ale!!!!!!

    RispondiElimina
  9. Che buono questo strudel...peccato che a me il doratore non me l'hanno mandato!! CIAO SILVIA

    RispondiElimina
  10. @Iris ciao per ora ho incollato la borchietta, ma il calzolaio mi ha detto che non regge la colla sul metallo quindi le darò alla sarta mia vicina per far dare un punto, è semplice anche lei dovrebbe riuscirci...comunque...son belle assai!
    @tutti..il doratore è ottimo davvero, tempo fa avevo comprato una cosa tipo burro in bomboletta, ma mi ero unta tutta con lo spray e non aveva funzionato granchè....il doratore lo consiglio!!! Compratelo compratelo

    RispondiElimina
  11. Il DORATORE??? che meraviglia mi darò da fare per trovarlo, grazie della dritta e lo strudel è ottimo soprattutto deve essere buonissima la tua marmellata!!!
    Sono contenta che sei riuscita a sistemare i tuoi meravigliosi sandali!!!
    Baci

    RispondiElimina
  12. Caspita esiste anche un "doratore"? Che bello..sono troppo curiosa!
    E questo strudel è buonissimo.
    Sai che ieri è successa la stessa cosa anche a me con i sandali pieni di perline e pietruzze scintillanti? Ambulatorio medico privato di quelli fichissimi, tutto bianco lindo e pinto, poca gente seduta ad aspettare, androne tipo piazza d'armi, silenzio quasi assoluto faccio per salire le scale e sento fracasso di cose che rotolano rimbalzano e schizzano da tutte le parti...guardo giù e: una striscia dei sandali è vuota...mi sarei sotterrata! Soprattutto quando ho dovuto andare a cercarle e raccogliere una per una...perchè non è che potessi fare la vaga con tutto quel bianco intorno..ma quanto mi sarebbe piaciuto!!!!!
    baci buona giornata

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...